PERIODICO IN FORMATO DIGITALE ISSN 2038-4351
 

Ricerca RICERCA AVANZATA
Print Page
  Direttore del network : dott. Paolo Loro Direttori scientifici: dott. Paolo Loro, avv. Raffaello Gisondi, dott. Gabriele Lami, ing. Antonio Iovine  
Espropriazione per la pubblica utilità URBIM - edilizia e urbanistica

 L'art. 42 bis non è applicabile in caso di utilizzo di beni oggetto di atto unilaterale d'obbligo alla cessione gratuita

L’istituto dell’acquisizione sanante di cui all’art. 42 bis del DPR 327/2001, non trova applicazione all’utilizzo di immobili da parte della PA per la realizzazione di opera pubblica su aree che erano state oggetto di atto unilaterale d’obbligo alla cessione gratuita da parte della proprietà, attesa la causa negoziale e consensuale del trasferimento che impedisce di poter considerare sussistente il presupposto dell’utilizzazione senza titolo del bene dal quale l’applicazione dell’art. 42 bis cit. dipende. Quest’ultimo procedimento condurrebbe invero a consentire al proprietario una ingiusta locupletazione corrispondente alla corresponsione del valore dell’area (con le relative maggiorazioni a titolo risarcitorio) a fronte di una obbligazione alla cessione gratuita che egli stesso aveva assunto e che, dopo aver consentito alla occupazione dell’area, ha concorso a non onorare.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 





















Powered by Next.it